it Italianofr Françaisen English
Un giorno nel mondo
Blog

Un giorno nel mondo

12 novembre 2019

Storia di un giovane export manager tra sfarzo e lusso

Los Angeles, Dubai, Tripoli? Tre città, tre stati, tre continenti. In tre mesi? Meno, molto meno. Non si tratta di un giro turistico intorno al mondo, bensì delle continue avventure lavorative di un giovane export manager alle prese con il mondo dell’architettura contemporanea e l’interior design di lusso.

Sognando la California

Chi non sogna la California? Beh, chi non la sogna di sicuro l’ha sognata almeno una volta. Ma ad interrompere questa sublime esperienza onirica arriva lei, sempre puntuale, spaccando il millesimo di secondo: la sveglia. Ore 5,30 caffè e taxi con direzione aeroporto. E mentre il sole sorge sulla nostra città, comincia ad assopirsi in quella che sarà la nostra meta. È ora, il monitor indica che il nostro imbarco è iniziato, fila, controllo documento e arrivederci a fra 12 ore.

Un lungo ponte rosso, numerose colline e tram su rotaie, siamo giunti a San Francisco. Ma cosa farà esattamente il nostro export manager a San Francisco? Si addentrerà nella splendida baia, tra la Valle dei vini e la patria della tecnologia informatica e verrà catapultato in un universo architettonico che nulla ha a che vedere con il freddo stile high tech di chip e processori. Ed è proprio qui nella Silicon Valley, regione in cui si ergono i pilastri dell’informatica mondiale Apple e Google e i colossi social di Zuckerberg che l’architettura si modella su stili moderni ma caldi, tegole rosse, facciate simmetriche ed aperture giganti, soprattutto se le case si trovano in mezzo alla natura o comunque lontane dai centri abitati.

E dopo una giornata trascorsa in pieno business con i rivenditori della zona, descrivendo le performance degli ultimi prodotti lanciati sul mercato e cercando al contempo di carpire gusti e desideri dei clienti della zona il nostro export manager si dirige a sud. Un secondo aereo, meno ore di volo, un riposino ed un insolito caldo per il mese di novembre. Siamo giunti a Los Angeles, città del cinema, dei grandi divi e delle spiagge chilometriche. La città in cui Renzo Piano e Frank Lloid Wright hanno lasciato il segno con le loro costruzioni. Los Angeles è la patria di molteplici stili architettonici, quello spagnolo che combina in sé più stili tra cui europeo e messicano, lo stile Cape Cod che si distingue per occupare un solo piano con una facciata esente da decorazioni, lo stile tradizionale americano e quello moderno senza tetto, con grandi vetrate spesso su di una vista mozzafiato. Ed è qui, nella città degli angeli, che il nostro export manager porterà lo stile minimal delle finestre in alluminio Spi. Bel Air, Malibù, West Holliwood, Silver Lake, saranno le zone in cui si ergeranno nuove ville, sempre più belle e sfarzose, là dove la competizione col vicino è in continua escalation, esibire è importante ma altrettanto lo è nascondere, privacy e intimità saranno garantite dai nostri vetri riflettenti e per quanto riguarda lo stile? Beh, ecco che il nostro export manager entrerà in azione. Dopo anni e anni di studi, ricerche ed esperienze sul posto ha ormai chiari quelli che sono gli stili d’arredo preferiti dei clienti più pretenziosi della costa west. Minimalismo, linee pulite e geometriche, forme squadrate sono le caratteristiche più richieste sul tema infissi. Il nostro export manager sa già cosa proporre ai partner di zona, il progetto parte, un pezzo d’Italia arriva a sud della California, una nuova vista si apre sulle colline di Hollywood. Ma è già ora di ripartire, direzione opposta!

https://www.spifinestre.it/villa-los-angeles/

Dubai l’iconica

Nuova giornata, ulteriore volo, diverso fuso orario. Grattacieli, Resort di lusso, centri commerciali enormi. Riusciamo già a vedere il Burj Khalifa, 829 metri di acciaio calcestruzzo e vetro, la costruzione più alta al mondo. Siamo atterrati a Dubai. Futuristica, lussuosa, stupefacente, la città che dal 2002 non smette di crescere, terreno di investimenti milionari sul mercato immobiliare ci accoglie come sempre con i suoi ritmi frenetici e il suo stile stravagante. Un pranzo veloce ed il nostro export manager è pronto a incontrare emiri e magnati del Real estate arabo. Tante sono le ville in costruzione nelle 3 isole artificiali di Dubai. Oggi il nostro export manager si recherà nella più rinomata, Palm Jumeirah. Il panorama della baia è incomparabile, tante finestre ne permetteranno la vista da diverse prospettive. Ma con quali stili architettonici si confronterà il nostro export manager? Quali finestre si combineranno meglio con le facciate di lusso delle case dell’isola. Il requisito comune sarà sempre lo stesso, la dimensione. Le ville saranno immense, non importa se lo spazio sarà fin troppo, decine di jacuzzi saranno pronte a ricoprirlo. Diversi saranno gli stili architettonici, europeo, colonico, contemporaneo, per ogni tipologia ci sarà una finestra. I telai in pregiato legno massello sposeranno lo sfarzo di un arredamento ricercato e pomposo. Il nostro export manager nulla potrà lasciare al caso, dal design alla scelta del vetro che visto il clima arido e afoso ricadrà sicuramente su vetri a controllo solare. Ma è già tardi, l’affare è concluso, il cliente felice, il partner soddisfatto ed un’altra meta ci attende. Ma non prima di aver goduto un po’ della Dubai by night.

https://www.spifinestre.it/villa-a-dubai/

Tripoli, fragile ma tenace

Metà Italiana metà araba, terra di bombardamenti e atrocità, ma dove l’uomo nonostante tutto continua a costruire, a sperare ad abbellire. Tra mare e deserto, storia e arte Tripoli ci dà il benvenuto. Non c’è tempo per aver avere paura, il nostro export manager è pronto ad aiutare a ricostruire, rinnovare e fortificare. Accolto come sempre come un grande amico oltre che collega, si avvia nelle zone più belle della città, incontaminate, lontane dal caos cittadino. C’è chi vuole vivere in pace, senza dover fuggire, senza rinunciare alla propria terra, sognando una villa moderna, magari dalla facciata total white e tante finestre dalle linee minimal che si affacciano sul mare. Ed ecco che il nostro Export manager propone il top delle finestre Made in Italy in quella splendida terra che conserva ancora delle tracce d’ Italia e che spera di rivedere presto il sole.

https://www.spifinestre.it/villa-in-libia/

Tra viaggi e business

Ecco quindi spiegata in breve la figura di un export manager, il nostro export manager colui che esporta il business di una azienda italiana all’estero, colui che non solo accresce la popolarità di un marchio in tutto il mondo ma che studia, impara, si confronta e si relaziona con centinaia di persone in tre città, tre continenti, tre giorni. Beh, forse non proprio tre giorni ma i tempi sono sempre ristretti e le mete innumerevoli, non solo Los Angeles, Dubai e Tripoli ma svariate altre. Volete sapere quali? Restate connessi!

nnnnn

SCONTO IMMEDIATO DEL 50%
SU TUTTE LE FINESTRE SPI

Grazie alla cessione del credito fiscale
presso tutti i concessionari SPI aderenti.

SCOPRI ORA COME FARE