it Italianofr Françaisen English
SPI FINESTRE NELLA “CULLA” DEL RINASCIMENTO ITALIANO
Comunicati

SPI FINESTRE NELLA “CULLA” DEL RINASCIMENTO ITALIANO

18 gennaio 2013

Finestre SPI nel rinomato  studio di Antonio Canova di Roma, oggi laboratorio del Maestro Luigi Ontani

Da tempio del bianchissimo marmo di Antonio Canova a laboratorio creativo delle eccentriche opere del maestro Luigi Ontani; da studio del più acclamato e schivo esponente del neoclassicismo a fucina di idee del più rinomato ed eccentrico artista contemporaneo: a  Palazzo Canova, luogo in cui presero vita opere del calibro di Amore e Psiche,  SPI ha firmato le finestre istallate a seguito della recente ristrutturazione.

Ubicato tra l’omonima via Canova e via delle Colonnette a Roma, lo studio del Canova fu per tutto l’Ottocento tra le mete più ambite dai visitatori, indicato da Stendhal al quinto posto come luogo da visitare nella capitale, subito dopo il Colosseo.

All’interno della struttura che conserva ancora oggi l’aspetto originale, nell’ampio e luminoso spazio compreso tra l’alto soffitto con travi in legno a vista e le pareti color ambra, fanno  oggi bella mostra di sè le eccentriche e quotatissime opere del Maestro Luigi Ontani che ha ridato vita al Palazzo facendone il proprio laboratorio creativo.

Sulla magnificenza artistica che ha consacrato Ontani il più poliedrico artista contemporaneo, svettano grandi finestre SPI,  che donano alle straordinarie opere del Maestro  l’adeguato grado di  illuminazione e tutta la protezione necessaria dall’aria particolarmente aggressiva del centro di Roma.

Realizzate su misura, nel rispetto dei criteri e dei parametri stabiliti dalle Belle Arti che tutelano il palazzo per l’ indiscussa rilevanza storica, le finestre Spi installate si costituiscono  di imponenti aperture a battente a tre ante sormontate da una vetrata fissa curva.

Grazie alle grandi finestre SPI i celebri Tableaux Vivants e molte altre note opere del Maestro, sono investite dalla luce naturale che risalta la brillantezza e la vivacità dei colori che contraddistinguono le opere di Ontani noto per la sua consapevole esagerazione con cui  manipola linguaggi e tecniche espressive difformi con esiti sempre inattesi, e per l’aver fatto  del proprio corpo un “oggetto artistico” e un laboratorio di identità e trasformazione.

Firmando le finestre del Palazzo Canova, SPI entra dunque non solo nelle più belle case d’Italia, ma anche nella culla dell’arte più rinomata.

nnnnn

FINESTRE SPI -50% SUBITO
CON CESSIONE ECOBONUS

Compila ora il form per conoscere

il concessionario autorizzato più vicino.

COMPILA IL FORM