ru Русскийit Italianofr Françaisen English
Infissi a Taglio Termico: caratteristiche e vantaggi
What to know

Infissi a Taglio Termico: caratteristiche e vantaggi

9 July 2019

Come ormai molti sanno la scelta dei serramenti è fondamentale per garantire alla nostra abitazione un ottimo isolamento termoacustico e mantenere un clima confortevole in tutte le stagioni evitando inutili e costosi sprechi di energia.
Oggi gli infissi a taglio termico sono diventati sinonimo di “serramenti ad ottime prestazioni termoisolanti”: ma sei sicuro di conoscere a fondo il significato di “infissi taglio termico” e quali sono le caratteristiche che assicurano alte performance e un significativo risparmio sui costi della bolletta?

Continua a leggere e saprai come orientarti per la scelta dei tuoi nuovi infissi.

Indice della guida sui serramenti a taglio termico

Cosa si intende per finestre a taglio termico?

Le finestre a taglio termico sono chiamate così in quanto letteralmente “tagliano” il flusso di calore che altrimenti si verificherebbe tra l’interno della nostra abitazione e l’esterno. Grazie a questo “taglio“, realizzato tramite una specifica tecnica costruttiva che descriveremo a breve, il flusso di calore tra i due ambienti, interno ed esterno, viene interrotto e la nostra casa può mantenere un clima confortevole più a lungo e con minor dispendio di denaro.

Il ponte termico e il principio dell’interruzione della continuità termica

In inverno, quando la temperatura è più fredda, un edificio riscaldato tende a disperdere il suo calore all’esterno, mentre al contrario in estate è l’aria esterna, più calda, a penetrare all’interno. Si tratta di una legge fisica: un corpo caldo tende a cedere parte del suo calore ad un corpo più freddo, creando quello che viene definito “ponte termico”.
Questo ponte termico è proprio ciò che causa uno spreco di energia che mediamente, negli edifici tradizionali, è del 30%. Ecco che eliminare o ridurre il ponte termico dei serramenti consente di migliorare l’isolamento dell’edificio.

Naturalmente i serramenti non sono l’unico “punto debole”: anche pareti e un tetto ben coibentati sono fondamentali per garantire un isolamento ottimale della nostra abitazione.

Come viene realizzato il taglio termico negli infissi?

Gli infissi a taglio termico sono caratterizzati dall’inserimento nel corpo centrale di un materiale isolante a bassa conducibilità termica all’interno del profilato, di modo che le due cover, quella interna e quella esterna, siano separate e non ci sia conducibilità termica tra esse.

Infissi a taglio termico

Il corpo centrale isolante può essere in vari materiali, e questo in genere influisce sulle prestazioni, aumentando o diminuendo l’indice di trasmittanza termica (un indice minore è sinonimo di prestazioni migliori) e influendo sia sulla classe energetica che, naturalmente, sul prezzo. Nei serramenti a prestazioni più elevate il corpo centrale è in poliammide, in caso di finestre più economiche il polistirolo.

E’ quindi piuttosto semplice verificare se gli infissi dei un edificio sono a taglio termico o meno: aprendone l’anta si dovrebbe vedere un elemento in materiale similplastico posto tra la parte interna ed esterna del serramento.

La tecnologia del taglio termico è stata ideata per risolvere il problema dei cosiddetti serramenti “a taglio freddo”, ovvero gli infissi tradizionali, specificatamente i serramenti in alluminio, che hanno un’alta conducibilità termica e quindi scarse prestazioni termoisolanti.

Vantaggi e svantaggi delle finestre a taglio termico

Tra i vantaggi principali:

  • maggiore isolamento termico
  • maggiore isolamento acustico
  • risparmio energetico
  • minor impatto sull’ambiente
  • maggiore comfort

Lo svantaggio fondamentale è rappresentato dai costi degli infissi a taglio termico rispetto ai serramenti a taglio freddo. Tuttavia i costi di acquisto si traducono in un rispamio energetico che velocemente permette di recuperare e superare l’investimento iniziale. Inoltre la sostituzione degli infissi tradizionali con infissi a taglio termico di adeguata classe energetica consente di beneficiare delle detrazioni fiscali.

Quali tipologie di serramenti possono essere “a taglio termico” e quali i vantaggi?

Storicamente il taglio termico è stato associato alle finestre in alluminio, in quanto nasce proprio per migliorare le prestazioni di questa tipologia di infissi. L’alluminio infatti, diversamente dal legno e dal pvc, non è in grado, da solo, di garantire un buon isolamento, essendo un materiale ad alta conducibilità termica.
Gli infissi in alluminio a taglio termico mettono insieme la naturale durevolezza e resistenza dell’alluminio con la capacità termoisolante del taglio termico. In termini di durata nel tempo, resistenza all’ossidazione e resistenza meccanica, gli infissi alluminio taglio termico rappresentano la scelta ottimale, uniti all’ampia gamma di colori disponibili e alla possibilità di realizzare grandi finestre luminose e resistenti.

Il taglio termico può essere abbinato anche alle finestre in legno, materiale già naturalmente ottimo isolante. Le finestre in legno hanno un grande impatto estetico, ma necessitano, come noto, di manutenzione costante, svantaggio che però può essere mitigato se si scelgono infissi legno alluminio taglio termico. Il peso notevole del legno inoltre le rende meno adatto dell’alluminio e del pvc nel caso di serramenti grandi fuori misura.

Non si parla di taglio termico invece nel caso degli infissi in pvc: il pvc è difatti di per sé un ottimo isolante e mediamente meno costoso rispetto ai serramenti in alluminio o in legno di pari prestazioni.

Infissi a taglio termico e condensa

Mentre le vecchie finestre in alluminio erano facilmente soggette al fenomeno della condensa, gli infissi in alluminio taglio termico non hanno più questo fastidioso problema, grazie anche all’inserimento di una canalina calda e gas argon tra i due strati di vetro esterno e interno.

Infissi a giunto aperto

Un ulteriore plus che potenzia ulteriormente le performance isolanti della nostra finestra è la tecnologia “a giunto aperto”. In alcune condizioni infatti le guarnizioni normalmente installate sui serramenti possono distaccarsi dal controtelaio a causa dell’elevata pressione esterna, che può creare una deformazione del profilo dell’anta. La finestra non è quindi più al riparo da infiltrazioni d’acqua e aria. Con sistema del giunto aperto viene inserita all’interno del profilato una guarnizione che è in grado di convogliare l’acqua e l’aria in appositi fori di scarico.

Un clima sempre confortevole anche nei climi caldi e freddi, con le finestre a taglio termico

Come abbiamo visto, il primo passo per ottimizzare luce e riscaldamento casalingo è indirizzarsi verso infissi a taglio termico, per evitare perdite di calore e mantenere il clima di casa confortevole.
Combinare un infisso a taglio termico con un vetro basso emissivo selettivo con gas argon è invece il secondo passo per permettere apporto di radiazione luminosa proteggendo dai raggi UV evitando quindi dispersioni del calore verso l’esterno.

Quindi, quali dei nostri infissi a taglio termico sarebbero più adatti sia che vi troviate tra i monti o a Dubai?
Tra le varie alternative, il nostro top di gamma per gli infissi in alluminio a taglio termico è TRIAL VAL PLUS, dalle ottime performance isolanti grazie al triplo vetro da 46mm.
Mentre se preferite l’effetto caldo del legno la finestra che fa per voi è TRIAL PLUS, in alluminio legno.

Per climi super freddi e per progetti di casa passiva invece vi consigliamo di optare per delle finestre in pvc di qualità, come il nostro modello ISOL PLUS.

Infissi a taglio termico scheda tecnica: TRIAL VAL PLUS, TRIAL PLUS

nnnnn