ru Русскийit Italianofr Françaisen English
Detrazioni fiscali
Cosa sapere

Detrazioni fiscali

15 ottobre 2015

thumbnail

 17/10/2017  Ecobonus: i cambiamenti per il 2018.

La nuova legge di bilancio varata il 15 ottobre 2017 prevede delle novità. Gli incentivi per la riqualificazione energetica di singole unità abitative saranno prorogati per tutto il 2018 mentre la stabilizzazione dell’Ecobonus per i condomini sarà garantita per i prossimi 5 anni.  Scendono gli sconti fiscali per installazione e posa in opera di finestre e caldaie, con una detrazione del 50% anziché del 65%. Tra le novità principali la portabilità dell’Ecobonus. Sarà possibile cedere a terzi il credito d’imposta per interventi su singole unità immobiliari.

16/10/2015 – Detrazioni Fiscali del 50% e 65% per il 2016

La legge di stabilità conferma l’applicazione del bonus Irpef del 50% sulle ristrutturazioni edilizie e del 65% sugli interventi di miglioramento energetico anche per il 2016.
La formula sarà identica a quella applicata l’anno scorso, che includeva nell’ecobonus del 65% anche le spese per antisismica, la rimozione dell’amianto e le schermature solari.
Anche il tetto di spesa su cui calcolare le detrazioni rimane a 96 mila euro (invece di scendere a 48 mila) con rimborsi in dieci rate annuali.
Oltre a essere prorogati di un anno, gli incentivi vengono anche estesi agli ex Iacp (istituto autonomo case popolari) che potranno usarli per aumentare le prestazioni energetiche delle case popolari. Confermato anche il bonus mobili (sgravio Irpef del 50% entro un tetto di 10.000€) che potrebbe anche essere esteso alle coppie under 35, senza obbligo di ristrutturazione.

_____________________________________________________

20/01/2015 – Detrazioni Fiscali del 50% e 65% per il 2015

Ecco cosa prevede la normativa per gli incentivi statali sugli interventi di ristrutturazione.

Con l’entrata in vigore della Legge di Stabilità, viene rinnovato per tutto il 2015 il bonus fiscale per gli interventi di riqualificazione energetica e per quelli di ristrutturazione semplice.
Inoltre viene estesa ai sistemi oscuranti (come le persiane) la detrazione del 65%.
Vediamo nel dettaglio come funziona.

 

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA E RISTRUTTURAZIONE SEMPLICE

Per gli interventi di riqualificazione energetica, ovvero quelle opere volte all’efficientamento energetico dell’abitazione, fino al 31 Dicembre 2015, si potrà usufruire della detrazione Irpef del 65%. Il tetto massimo della spesa ammissibile rimane immutato, in dettaglio:

  • 153.846 euro per gli interventi di riqualificazione energetica;
  • 92.307,69 euro per gli interventi sull’involucro e per l’installazione dei pannelli solari;
  • 46.153,85 euro per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale.

Il bonus verrà erogato in 10 anni in quote annuali di pari importo.

Rinnovata a tutto il 2015 anche la detrazione fiscale del 50%, prevista nei casi di ristrutturazione edilizia per spese massime sostenute di 96.000€.

L’aliquota del 50% sarà applicabile anche in caso di acquisti di mobili e di elettrodomestici non inferiori alla classe A+, se associati a interventi di ristrutturazione.
In questo caso il bonus potrà essere applicato su un importo massimo di spesa di 10.000€.

Dal 1 Gennaio 2016, la detrazione verrà abbassata al 36% sia per gli interventi di ristrutturazione semplice che per quelli di riqualificazione energetica e il limite massimo di spesa su cui poter calcolare il bonus sarà di 48.000€.

 

BONUS DEL 65% ANCHE SUI SISTEMI OSCURANTI

Per quanto riguarda le persiane, e più in generale i sistemi oscuranti, da oggi è possibile godere dello sgravio del 65% sia in caso di nuova installazione sia in caso di sostituzione di vecchie persiane esistenti. Il limite di spesa massimo ammesso è fissato in 60.000€.
Scompare anche la necessità dell’acquisto congiunto delle finestre per godere del bonus: ora sarà possibile detrarre il 65% della spesa per le persiane indipendentemente dall’acquisto o meno delle finestre.

_____________________________________________________

06/06/2013- Rinnovate fino al 31 Dicembre 2013 le detrazioni fiscali per interventi di riqualificazione energetica

 

Via libera del governo alla proroga degli eco-bonus per le ristrutturazioni edilizie in scadenza il 30 Giugno 2013.
L’incentivo passa dal 55% al 65% per interventi di riqualificazione energetica  mentre quella degli sgravi sulle ristrutturazioni ordinarie è confermata al 50%.

La detrazione del 65% si applicherà per tutti quegli interventi di miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici. Entra già in vigore oggi, 6 Giugno 2013 e  scadrà il 31/12/2013 per interventi sulla singola unità abitativa, mentre viene prolungata al 30/06/2014 per interventi su interi edifici o condomini.
Rimangono invariate le modalità di recupero dello sgravio fiscale, attualemente previste  in 10 anni con quote ripartite annualmente e di pari importo.
Resta anche confermata la proroga, fino al 31/12/2013, delle detrazioni IRPEF per interventi di ristrutturazione semplice (50%, dall’ordinario 36%, per spese di ristrutturazioni edilizie fino ad un ammontare complessivo non superiore a 96.000 euro, 48.000 euro nel regime ordinario).

01/01/2013-Prorogata di un anno la detrazione fiscale del 55% per la sostituzione dei vecchi infissi!

Le spese sostenute per la sostituzione dei vecchi infissi, effettuate entro il 30 Giugno 2013, potranno ancora godere delle detrazioni fiscali del 55%.
A stabilirlo è il cosiddetto “ Decreto Salva Italia”, ( decreto legge del 6 dicembre 2011 n. 201 “Disposizioni urgenti per la crescita, l’equità e il consolidamento dei conti pubblici” , pubblicato sul S.O. n. 251 alla G.U. n. 284 del 6/12/2011 ) che, nell’ambito dell’art. 4, proroga per tutto il 2012 gli incentivi del 55% finalizzati alla qualificazione energetica degli edifici, quindi anche quelli relativi alla sostituzione degli infissi.

Restano invariate le condizioni vigenti: recupero fiscale pari al 55% in dieci anni con un limite massimo della detrazione di € 60.000.
Per saperne di più: D.L. 6/12/11 n. 201. Disposizioni urgenti per la crescita, l’equità e il consolidamento dei conti pubblici. Art. 4.

Per poter usufruire delle agevolazioni, i serramenti acquistati devono rispettare i cosiddetti valori di trasmittanza termica indicati in base alla zona climatica di appartenenza e i serramenti prodotti dalla SPI rispettano tutti i requisiti obbligatori generali.

Il beneficio è stato introdotto per la prima volta nel 2006, quando venne stabilito che la sostituzione delle vecchie finestre con nuove finestre performanti dal punto di vista isolante, rientrasse negli interventi di “riqualificazione energetica” degli edifici.
Per questa ragione, viene incentivata la sostituzione delle vecchie finestre che causano grandi dispersioni energetiche con serramenti performanti attraverso benefici fiscali che consentono di ottenere detrazioni sull’IRPEF pari al 55% della spesa sostenuta.

Le agevolazioni sono accessibili a tutti i cittadini, sia privati che titolari di redditi d’impresa.
L’importo massimo detraibile è di euro 60.000, ovvero il 55% di euro 109.090,90.
Nel caso di interventi eseguiti nel 2008: la detrazione può essere ripartita in tante rate annuali quante desidera il contribuente, da un minimo di tre a un massimo di dieci.
Nel caso di interventi eseguiti nel 2009 e nel 2010: la detrazione è ripartibile obbligatoriamente in cinque rate annuali di pari importo.
Nel caso di interventi eseguiti nel 2011: la finanziaria prevede una ripartizione della detrazione in dieci rate annuali di pari importo.
Per ulteriori informazioni scarica gratuitamente la guida ufficiale dell’Agenzia delle Entrate sulle detrazioni fiscali destinate agli interventi sul Risparmio Energetico.

[Guida sulle agevolazioni fiscali per il risparmio energetico]

Per conoscere la zona climatica del tuo comune clicca il seguente link:
Uncsaal

nnnnn